Stampa Pagina

INNO A MARCANTONIO

Tutto il carnevale di Varallo è caratterizzato da una canzone che viene cantata da tutti: bambini, adulti, anziani. Si tratta dell‘Inno a Marcantonio, una canzone popolare con la musica di Michele Brignola (noto maestro e compositore della Banda musicale città di Varallo all’inizio del secolo scorso) e il testo scritto dal prof. Costantino Burla (anch’egli personaggio della vita culturale varallese del secolo scorso).

La registrazione risale al febbraio 1993 alle scuole elementari di Varallo. Registrato da Pierangelo Arosio in collaborazione con il Marcantonio dell’epoca Roberto Fila. Alla tastiera il maestro Redento Pandiani. Elaborazione video a cura di Simone Mancini.

Quando scende giù la neve e la valle si addormenta 

Quando il Sesia scorre lieve e scarseggia la polenta

Quando gela il Mastallone e la legna più non c’è,

 ti invochiam con gran passione Marcantonio Carlavèe

 

 

Marcantonio vieni vieni, con lo scettro ed il tuo manto

porta giorni più sereni, resta sempre a noi accanto

Fa che regni il buonumore, l’abbondanza e l’allegria,

fa che palpiti nel cuore, la concordia e l’armonia!

 

Quando giungi con la Cecca, i salami e la paniccia

non c’è più nessuna Mecca che col Mecco si bisticcia

Quando giungi i varallini ballan tutti notte e dì

si dan tanti bei bacini, fa che sempre sia così!

 

Marcantonio vieni vieni, con lo scettro e il tuo manto

porta giorni più sereni, resta sempre a noi accanto

Fa che regni il buonumorel l’abbondanza e l’allegria,

fa che palpiti nel cuore, la concordia e l’armonia!

Permalink link a questo articolo: http://www.carnevalevarallo.com/inno-a-marcantonio/